River Basin Agenda
River Basin Agenda

River Basin Agenda L'area fluviale del Torrente Artugna
Un Torrente di Emozioni
La storia di una goccia d'acqua dalla Montagna fino al mare River Basin Agenda - Artugna Su 11 fiumi 6 stati confinanti dell'area alpina viene condotto come esempio il progetto Interreg III B River Basin Agenda. L'Artugna è uno dei cosiddetti ambienti fluviali di studio; qui vengono realizzati diversi progetti di attività di pubbliche relazioni. L'ambiente fluviale Artugna Gli atti preparatori del Catasto Austriaco, redatti nel 1826, sono documenti importanti, poiché offrono un quadro della situazione territoriale del primo Ottocento. Dalla lettura di questi documenti, emergono informa-zioni sui principali elementi dell’economia locale e vengono riportate notizie sullo stato dell'ambiente, boschi, prati, torrenti e quindi l’acqua: "...qui non vi sono riui ne fiumi utili, ma bensi un torente desolatore che atraversa la Campagna, che si chiama Artugna, il quale col suo corso rapido portano grossi macigni, sassi e giaja, è disalveato e va ad ingerare i terreni adiacenti, li quali portano dani considerabili, la difesa è a carico dei proprietari dei terreni limitrofi... Le acque essendo di un rapido corso perché discendono dall’alto delle montagne l’acqua pluviale, non ha lunga durata. Qui non ve altra acqua solo quelle che servono all'uomo e alle Bestie che si prendono da un piccolo ruscello che discende dalla Montagna ed estrate da molti pocci che esistono qui ..." Ai piedi del massiccio del Cavallo e dell'altipiano del Consiglio, il territorio di Budoia si caratterizza, data la struttura carsica prevalente, da sorgenti molto scarse, non collegabili con corsi d'acqua superficiali. La rete idrica sotterranea dei vari „sistemi” più o meno attivi o sviluppati porta ed alimenta il sistema carsico del fiume Livenza. Il torrente Artugna che scorre dentro e lungo la valle di San Tomè rappresenta con il suo percorso naturale, un ambiente importante sotto l'aspetto naturalistico e storico. La chiesa di San Tomè del XIII secolo, sorge in un'area di interesse archeologico risalente all'età del neolitico, si trova al di sotto di un costone roccioso nella quale falesia sono state tracciate da diversi anni numerose vie di roccia. Il sentiero botanico collega questa parte alta della valle con Dardago, lungo un percorso che evidenzia gli naturalistici delle sponde, del greto dell'Artugna, aspetti geologici e botanici di grande varietà ed interesse. Per questo nel progetto River Basin Agenda, si è voluto promuovere la conoscenza del territorio verso i giovani lungo un percorso in cui l'acqua è stata la grande protagonista avendo negli anni modellato il territorio. I giovani hanno potuto seguire un percorso idrografico all'interno del bacino della Livenza, cioè dalla cima del Col Cornier (1767 / Slm ) dove cade la goccia d'acqua e segue il suo corso invisibile fino alle sorgenti del Cunath, poi nell'Artugna, nel Gorgazzo e nella Livenza fino a Carole. Un'escursione di 5 giorni a piedi ed in canoa per lasciare una traccia indelebile nel cuore dei giovani affinché la conoscenza del territorio che si abita diventi conoscenza, rispetto e vita.