Lis Aganis - Ecomuseo delle Dolomiti Friulane
Lis Aganis - Ecomuseo delle Dolomiti Friulane

Lis Aganis - Ecomuseo delle Dolomiti Friulane L'Associazione Lis Aganis "Ecomuseo delle Dolomiti Friulane" nasce in seguito al bando pubblicato da Montagna Leader per l'utilizzo dei fondi comunitari dell'iniziativa "Leader +" per il sostegno alle attività culturali. Gli scopi sono: • la promozione culturale, sociale e civile; • il recupero della cultura locale; • la tutela ambientale e promozione di una migliore qualità della vita nelle aree rurali; • lo sviluppo del territorio locale e della sua valorizzazione. Per raggiungere questi obiettivi si sono associati alcuni Comuni ed alcune Associazioni per realizzare un Ecomuseo della Montagna Pordenonese. L'Ecomuseo è un museo dell'uomo, del tempo e dello spazio, in cui risorse ambientali, storiche, culturali e artigianali vengono valorizzate attraverso il coinvolgimento e la partecipazione delle comunità locali e la creazione di un offerta culturale, di qualità, centrata sulla valorizzazione dell'identità di un territorio. Creare un sistema innovativo per la gestione, la fruizione e promozione del patrimonio della collettività, realizzare attività di approfondimento e divulgazione nella convinzione che solo la sinergia tra diversi attori possa far crescere il nostro territorio. Un nuovo modo di concepire ilpatrimonio locale, al di là dei musei tradizionali, inteso come un insieme di beni e di valori diffusi, composto di molte "piccole cose", ognuna unica per il significato e il valore che conserva, in quanto parte di una storia o di un complesso più vasto. Il nosro scopo non è solo quello di conservare la memoria del nostro passato, ma anche quello di creare nuove chiavi di lettura del ppresente e occasioni di sviluppo, sostenibile, per il futuro delle generazioni che verranno. Si intende valorizzare e rafforzare l'identità locale, proponendo, il territorio non semplicemente come un luogo in cui si abita e si lavora, ma come spazio complesso, ricco di significati e messaggi. Lis aganis, figure femminili legate a l mito e alla leggenda, pur abitando attorno ai corsi d'acqua e nelle grotte, hanno sempre mantenuto un rapporto ambiguo e ambivalente nei confronti degli esseri umani, assumendo valenze a volte positive e a volte negative, a secondadei contesti e dei luoghi. Con nomi e caratteristiche diverse, fanno parte del mondo leggendario di quasi tutti i paesi della montagna pordenonese,e come l'Ecomuseo, vogliono qui simbolicamnete rappresentare l'opportunità per il territorio di uscire da quelle forme di isolamento che lo caratterizzano, portando alla luce le sue potenzialità. Associazine Lis Aganis Piazzale della Vittoria, 1 Barcis (PN) tel. 0427 764425 0427 764425 - fax 0427 764721 www.ecomuseolisaganis.it email: info@ecomuseolisaganis.it Un anno con Lis Aganis Si racconta di una donna che aveva tanti bambini da mantenere. Un giorno incontrò una salamandra in difficoltà sulla sponda di un ruscello. La aiutò a partorire. Era un agana. L'agana le regalò una matassa di lana il cui filo non finiva mai. Con quella matassa, lavorando la donna potè allevare i suoi figli. Si racconta che la donna invece di tenere solo per sé la matassa, l'aveva data alla famiglia vicina e questa ad un'altra e così via. Si dice anche che la matassa continui a girare ancora. Immaginiamo che la matassa siano le risorse del nostro territorio: da usare insieme, ognuno a modo suo, a seconda delle necessità, senza esaurirle (oggi si usa dire sviluppo sostenibile). Dipinti di : Giorgio Gomirato » La valigia della memoria (calendario)